Il contratto e` concluso nel momento in cui chi ha fatto la proposta ha conoscenza dell’accettazione dell’altra parte.
L’accettazione deve giungere al proponente nel termine da lui stabilito o in quello ordinariamente necessario secondo la natura dell’affare o secondo gli usi.
Il proponente puo` ritenere efficace l’accettazione tardiva, purche` ne dia immediatamente avviso all’altra parte.
Qualora il proponente richieda per l’accettazione una forma determinata, l’accettazione non ha effetto se e` data in forma diversa.
Un’accettazione non conforme alla proposta equivale a nuova proposta (art. 1326 codice civile).